Roberto Puglisi

Non si fischia l'amore

Nascerà un bel Palermo, scrissi. Augh. Lo penso ancora. Tuttavia penso pure che questo bel Palermo nascerebbe meglio se ci fossero tifosi più amanti, più consoni, più semplici. La maglia si fischia in un solo caso, quando l'uomo che c'è dentro scapoccia il petto di un avversario come Zidane. Lì sei davanti a una porcheria. Fischiare si può. Si deve.

Ma tu – tifoso, ovunque tu sia – perché fischiasti Fabio Liverani? D'accordo, non giocò al meglio e l'età si vede. Pure altri c'erano che non stavano rendendo per come sanno nella corrida contro il Lecce. E' che su Fabio grava un pregiudizio che egli non merita. Non lo merita per la sua classe, per la sua serietà, per la sua correttezza di essere umano e poi di calciatore.

Chi fischia la maglia è un cretino, oltretutto, perché svigorisce il professionista che c'è dentro. Lo uccide, lo deprime. Ammazza uno che potrebbe tornare utile.
La parola cretini vi sembra eccessiva? Mi scuso. Però voi come definireste quel tale che si taglia gli attributi per un attacco di nervi?
Non si fischia l'amore. Mai. L'amore si ama.


Roberto Puglisi
Livesicilia.it