News

news

15/04/2018 01:11

Serie B, il Palermo raggiunto nel finale Con la Cremonese altra chance persa

PALERMO. Appena due punti in due partite casalinghe contro Pescara e Cremonese. Poco gioco. Squadra fragile. Il Palermo non riesce a decollare.
 
La buona notizia è che a parte l'Empoli, ormai irraggiungibile, le dirette concorrenti alla promozione in Serie A non vincono e il Palermo mantiene la seconda posizione. Il Frosinone viene fermato in casa dallo Spezia, il Parma ieri non è riuscito a prevalere sul Cittadella. Anche il Bari ha pareggiato a Pescara. Insomma, ci si muove a piccoli passi nei piani alti della Serie B, segno che si combatterà fino alla fine per accedere direttamente al massimo campionato ed evitare i play off.
 
Al Palermo non basta Coronado. Al 38', infatti, Scamacca gela i rosanero pareggiando i conti di una partita priva di grosse emozioni, nervosa, con i due allenatori allontanati dalle rispettive panchine. Dopo 13' la Cremonese deve rinunciare a Croce per infortunio; al suo posto Macek. Poco dopo un brivido per il Palermo: Camarà nel tentativo di restituire palla calcia verso la porta rosanero e sfiora il gol. Al 20' ci prova Coronado che si fa spazio in area e finisce a terra, Jajalo calcia di sinistro ma il pallone finisce sull'esterno della rete.
 
Al 22' altro brivido per il Palermo: annullato un gol alla Cremonese dopo la punizione di Piccolo e il colpo di testa di Garcia Tena ma giudicato in fuorigioco. Al 26' Gnahore cerca la porta da fuori ma la palla è alta. Lo stesso centrocampista allo scadere del primo tempo ha l'occasione più ghiotta ma dopo una percussione calcia al lato.
Nella ripresa, il Palermo prova ad accelerare prima con un tiro da fuori di Murawski, poi ancora con Gnahore che da pochi metri calcia incredibilmente alto. Ma è il preludio del vantaggio che arriva al 16' con Coronado che di testa mette in rete dopo la respinta di Ujkani su conclusione di Rispoli.
Arriva allora la reazione della Cremonese, prima al 26' con Piccolo su punizione di poco al lato, poi al 27' con Renzetti che serve Camara che con un diagonale sfiora il gol. Il pari beffa arriva al 38': Marconi avanza indisturbato da sinistra, serve Scamacca che da due passi trafigge Pomini. Poco altro dopo il pari. I rosanero sono ora chiamati alla reazione, a cominciare dalla dura trasferta di martedì sera contro il Cittadella.
 
m.c

Fonte: GDS.IT