News

news

13/02/2018 14:45

Palermo-Foggia 1-2: le pagelle

Secondo k.o. consecutivo per il Palermo, che dopo la sconfitta di Empoli cade anche in casa con il Foggia. Rosa avanti al 64’ con un rigore di Nestorovski, poi l’espulsione di Coronado cambia le cose e i rossoneri la ribaltano con Duhamel al 78’ e Kragl all’85’. Andiamo a valutare le prestazioni dei giocatori scesi oggi in campo:
Posavec 5,5 Poco impegnato nel primo tempo, si fa trovare pronto su un tentativo ravvicinato di Greco e smanacciando un tiro-cross sulla traversa. Sul gol di Duhamel potrebbe, indubbiamente, fare di più. Non può nulla, invece, sulla botta dalla distanza di Kragl.
Szyminski 5 I pericoli maggiori provengono tutti dal lato di sua competenza, questo fa di lui uno dei peggiori in campo. Prova anche a proporsi in avanti, ma lascia troppi spazi ai diretti avversari. Dall’87’ La Gumina s.v. Inserito da Tedino per l’arrembaggio finale, non ha il tempo di mettersi in mostra.
Bellusci 5,5 Gara di sostanza la sua, fino a quando l’inerzia del match non cambia dopo l’espulsione. Chiude in ritardo su Mazzeo che può così fare la sponda per Duhamel, dopodiché la difesa è in confusione e incassa anche il secondo gol.
Dawidowicz 6 Meglio rispetto alla prestazione disastrosa di Empoli, non lascia praticamente mai spazi a Mazzeo per incidere. Si propone anche in avanti e serve dalla destra Nestorovski con un bel cross, ma il pallone si stampa sulla traversa.
Rolando 6 Torna titolare dopo aver definitivamente smaltito l’infortunio. Nel primo tempo ci prova con un sinistro debole uscito di poco. Con i suoi cross prova comunque a favorire gli inserimenti in area dei compagni. Dal 57’ Rispoli 5,5 Dopo l’infortunio fatica a entrare in partita e ne indovina veramente poche. Deve ancora ritrovare la condizione ideale.
Gnahoré 5,5 Il francese prova già nel primo tempo la botta da fuori, impegnando Guarna. Si intende alla perfezione con Coronado e Jajalo, mettendo la sua agilità al servizio della squadra. Nella ripresa, però, sparisce dai radar.
Jajalo 7 Spesso viene sottovalutato, ma in cabina di regia si dimostra un gigante. Il Palermo non può prescindere da un elemento come lui, considerato fondamentale da Tedino e dal resto del gruppo. Indubbiamente il migliore tra i rosa.
Aleesami 6 Si dedica tanto anche alla fase di copertura, ma nel primo tempo prova anche la conclusione che però non impensierisce Guarna. Prova a farsi vedere di più nella ripresa, ma dopo l’espulsione di Coronado deve limitare le sue discese.
Coronado 4 Il brasiliano gioca una buona gara (fino a quando resta in campo) con qualche buona iniziativa, ma al 69’ lascia i suoi in dieci per una brutta entrata su Gerbo che gli costa il rosso diretto. La sua espulsione costa carissima ai rosanero, che subiscono la rimonta del Foggia.
Moreo 6 L’attaccante conferma quanto promesso in fase di presentazione. L’ex Venezia corre, e tanto, per i compagni. L’intesa con Nestorovski è da affinare, ma in avanti è una minaccia costante per gli avversari. Dal 74’ Chochev 5,5 Entra nel momento più difficile della gara per dare un po’ di copertura, ma il Foggia riesce comunque a ribaltarla.
Nestorovski 7 Oltre a Jajalo, è praticamente l’unico a superare la sufficienza. Lotta come un leone in avanti e sfiora il gol già nel primo tempo. Freddo in occasione del rigore, nel finale è la traversa a negargli la gioia della doppietta.
Tedino 5,5 Ottimo approccio al match da parte della sua squadra che parte subito forte. Nella ripresa le cose si mettono bene dopo il vantaggio firmato Nestorovski. Dopo l’espulsione di Coronado, però, la situazione cambia irrimediabilmente, i suoi si disuniscono e alla fine a spuntarla sono i rossoneri.
Foggia: Guarna 6; Tonucci 6,5, Camporese 6, Loiacono 5,5; Gerbo 6,5, Agnelli 6, Greco 7 (73’ Scaglia), Deli 6,5 (88’ Zambelli s.v.), Kragl 7; Mazzeo 6, Nicastro 5 (74’ Duhamel 6,5). All. Stroppa 7.
 
m.c

Fonte: goalsicilia.it