News

news

22/11/2017 12:33

Palermo, Zamparini: "L'istanza è una manovra occulta, vogliono mandarmi via. Sono sicuro che ne usciremo puliti. Vendo a Cascio entro Natale"

Un Maurizio Zamparini amareggiato quello che ha risposto alle domande de La Gazzetta dello Sport, ecco le sue parole evidenziate da TuttoPalermo.net: "Sembra una manovra occulta, magari qualcuno pensa che facendo fallire la società possa prenderla a costo zero. Evidentemente non conosce il calcio perché c’è solo da perdere. E’ tutto falso, vogliono solamente mandarmi via. Abbiamo normali esposizioni con le banche e qualche contenzioso con l’Agenzia delle Entrate, come mille altri club. Negli ultimi mesi, chissà perché, i debiti sono passati da 120 milioni a 70. I creditori chi sono? Bussino alla porta perché io non li conosco. Noi abbiamo messo a bilancio 27 milioni di uscite e 25 di entrate dal paracadute più altri 7 di utili. Me ne servono altri 10 per concludere la stagione. Cessione del marchio? Tutto legale, lo hanno fatto anche Inter e Sampdoria. Questa istanza di fallimento porta con sè un danno di immagine, ma con l’imprenditore Cascio siamo a buon punto ormai, penso di potergli cedere il Palermo entro Natale. Ha le carte in regola per immettere liquidità. Con 30 milioni prende il 50% e il resto lo troveremo insieme a New York nel corso di una convention con imprenditori Usa a cui parteciperà anche il sindaco Orlando. Nel programma cercheremo di fatturare 100 milioni in 3 anni. Baccaglini? Ho dei contratti in mano, potrei anche denunciarlo. Quando il 30 giugno si presentò alla città, mi arrivò voce di un pm di Palermo che avrebbe detto di volermi arrestare se non me ne fossi andato in fretta. Il 7 luglio, poi, 20 finanzieri con fare intimidatorio entrarono nelle mie aziende. Spero di non dover effettuare cessioni eccellenti. Di sicuro arriveranno due attaccanti, un centrocampista e un difensore. E li sceglierà Tedino. Possibilità di fallimento? In Italia tutto è possibile ma sono convinto che l’istanza sarà rigettata entro quest’anno. L’unica cosa certa è che nel 2018 non ci sarò più e spero che mi passi presto la passione rosanero visto che lunedì ho perso un chilo guardando la partita. Tedino? Un allenatore umile che quando sbaglia lo ammette e che sa far gruppo. Avanti così". 
 
FrancescoMrHydeRNG

Fonte: GazzettadelloSport