News

news

7/08/2017 10:48

Palermo, goleada rosanero in Coppa Italia: fuori dallo stadio la contestazione degli ultrà

Esordio con un netto 5 a 0 per la formazione di Tedino contro la Virtus Francavilla. Tripletta di Trajkovski e reti di Aleesami e Murawski. Prima della gara trecento tifosi hanno manifestato contro il patron Zamparini
 
Il Palermo di Tedino parte con un sonante 5 a 0 ai danni della Virtus Francavilla. Un risultato, nell'esordio dei rosa in Coppa Italia, mai messo in discussione con una divario nettissimo tra le due squadre in campo. Un 5 a 0 in una serata di festa in barba ai timori della vigilia con gli ultrà che hanno comunque manifestato pacificamente fuori dallo stadio nei confronti del presidente Zamparini.

In trecento hanno fatto sentire la loro voce con cori, fumogeni e bandiere per ribadire la loro posizione polemica nei confronti del patron rosanero.

Una protesta iniziata prima del via della gara e continuata mentre in campo il Palermo giocava e vinceva contro il Francavilla allenato dal palermitano Gaetano D'Agostino. Un Palermo in vantaggio già al tredicesimo grazie al gol di Trajkovski servito da Coronado con un assist a tagliare fuori la difesa dei pugliesi.

Un Trajkovski scatenato che, dopo avere sfiorato il raddoppio insieme al connazionale Nestorovski, timbra il 2 a 0 in pieno recupero del primo tempo mandando in rete da fuori area il cross da destra di Morganella.

Un buon Palermo, quello visto nella prima frazione di gioco. Una squadra che sembra già avere una buona intesa, con Coronado ispirato e con Trajkovski e Nestorovski sempre molto pericolosi. Qualche perplessità nella fase difensiva dove i rosa corrono più di un pericolo e Posavec è chiamato a una superparata per evitare il gol.

Nella ripresa la differenza dei valori in campo diventa ancora più netta. Il Palermo gioca bene e riesce anche a trascinare i cinquemila spettatori presenti al "Barbera". Una prima, piccola vittoria per una squadra che, oltre a quello di vincere il campionato, ha tra gli obiettivi riconquistare la sua gente.

Il 3 a 0 lo mette a segno Aleesami al ventunesimo dopo un bello scambio in verticale con Jajalo mentre sei minuti dopo è ancora Trajkovski a segnare il suo terzo gol personale con un bel tiro da fuori e portare i rosa sul 4 a 0

Tocca poi al polacco Murawski, entrato in campo al posto di Trajkovski, a segnare la rete del 5 a 0 al trentacinquesimo riprendendo la respinta del portiere Albertazzi sul tiro di La Gumina. Lo stesso La Gumina, nel finale, si fa parare un rigore dopo che Nestorovski, in un primo momento incaricato di battere, gli aveva ceduto il pallone.

Un 5 a 0, che regala ai rosa la sfida con il Cagliari nel prossimo turno, ma al quale bisogna fare la tara visto che la Virtus Francavilla è stata veramente poca cosa. Un 5 a 0 che però è un buon viatico per questo inizio di stagione e sicuramente fa morale

 
m.c

Fonte: repubblica.it